17.5 C
Civita Castellana
18/11/2021
Image default

Il ritorno dei bisonti

Racconto del Popolo degli Uomini

Wilson Weasel Tail si avviò a grandi passi sul podio e cominciò il discorso.

«Oggi desidero affrontare il problema riguardante gli spiriti degli antenati, se in un certo senso non abbandonarono la nostra gente quando i profeti li invocarono nella Danza degli Spiriti.

Moody ed altri antropologi asserirono che la Danza degli Spiriti scomparve perché la gente fu delusa quando le vesti degli spiriti non fermarono le pallottole e gli europei non svanirono nell’arco di una notte. Ma erano gli europei, non i nativi americani, che si erano aspettati i risultati nell’arco di una notte; gli antropologi, che cercavano febbrilmente oggetti magici per rimandare la data della loro morte, avevano frainteso il potere delle vesti degli spiriti. Le pallottole di piombo appartengono al mondo comune; le vesti degli spiriti appartengono al mondo degli spiriti e dei sogni. Le vesti degli spiriti davano ai danzatori protezione spirituale mentre gli uomini bianchi sognavano vesti che respingessero le pallottole, perché temevano la morte.

Gli spiriti sono indignati! Esigono giustizia! Sono furiosi! A tutti gli esseri umani troppo deboli o troppo pigri per combattere e proteggere la Madre Terra dicono: “È un male che non siate morti combattendo contro i distruttori della terra, perché ora vi uccideremo noi per essere stati così deboli, per esservi stropicciate le mani e aver piagnucolato mentre gli invasori oltraggiavano le foreste e le montagne”. Gli spiriti via accuseranno, vi scherniranno, finché non sarete costretti a zittire le voci con il whisky giorno dopo giorno. Gli spiriti non vi daranno tregua. Gli spiriti dicono: morite combattendo gli invasori o morirete ubriachi».

Gli spiriti arrabbiati ossessionavano i sogni di matrone della buona società nei sobborghi di Houston e di Chicago. Gli spiriti avevano spinto madri di quartieri residenziali a mettere i figli in macchina e buttarsi giù per burroni profondi centinaia di metri nei fiumi in piena, senza lasciare messaggi ai mariti.

Gli spiriti sussurrano nel cervello di chi è solo, di giovani Bianchi impazziti che con fucili automatici massacrano le folle nei centri commerciali o nei giardini delle scuole, con la stessa indifferenza con cui i cacciatori sparano ai bisonti. Per tutto il giorno, il minatore fatica nei tunnel sotterranei, estraendo minerali con un piccone di acciaio appuntito; torna a casa da moglie e famiglia ogni sera. Poi d’improvviso il minatore uccide moglie e figli. Gli “esperti” lo chiamano “stress mentale” perché ha usato lo stesso piccone che utilizzava per penetrare il filone minerario, per colpire i loro cuori e i loro cervelli. Wilson Tail continuò il suo discorso:

«Di quante anime morte stiamo parlando? Le proiezioni computerizzate stimano che la popolazione delle Americhe fosse più di settanta milioni quando arrivarono gli europei; cent’anni dopo, solo dieci milioni di persone erano sopravvissute. Sessanta milioni di anime morte chiedono giustizia nelle Americhe! Gridano di riprendere la terra, come i neri d’Africa hanno ripreso la loro terra!

Voi pensate che le popolazioni tribali indigene non possano sperare di vincere contro la violenza e l’avidità dei distruttori? Ma voi dimenticate l’inestimabile potenza della terra e di tutte le forze dell’universo. Dimenticate l’indignazione della terra e le scosse che non cesseranno. Le nuvole della pioggia non si addensano più; il sole brucia la terra finché piante e animali scompaiono e muoiono.

La verità è che la Danza degli Spiriti non è finita con l’assassinio di Big Foot e di centoquarantaquattro credenti nella danza degli spiriti a Wounded Knee. La Danza degli Spiriti non è mai finita, è continuata, e il popolo non ha mai smesso di danzare; possono averla chiamata con altri nomi, ma quando danzano i cuori si ricongiungono con gli spiriti degli amati antenati e di coloro recentemente perduti nella lotta. Per tutte le Americhe, dal Cile al Canada, il popolo non ha mai smesso di danzare; mentre i vivi danzano, si ricongiungono a tutti gli antenati venuti prima di loro, che gridano, chiedono giustizia, e implorano il popolo di riprendersi le Americhe!

Gli spiriti ci hanno abbandonato davvero? Ascoltate le profezie! In confronto a trentamila anni, cinquecento anni sono niente. I bisonti stanno per tornare. Escono dai terreni dei bianchi in Montana e nel Wyoming. I recinti non possono trattenerli. L’acqua di irrigazione per le Grandi Pianure sta scomparendo, e così pure gli agricoltori si rifugiano nelle città. Anno dopo anno il territorio dei bisonti aumenta di un miglio o due».

Wilson Tail li aveva in pugno; lasciò che la voce si trascinasse in modo teatrale fino a diventare un sussurro che echeggiò dagli amplificatori della sala. Il pubblico balzò in piedi in una grande ovazione. Lecha doveva riconoscere qualche merito a Wilson Weasel Tail: aveva imparato un paio di cose. Eppure Wilson Tail, in fondo, era un avvocato; Lecha si rese conto che aveva fatto agli invasori un’offerta che non poteva essere rifiutata. Wilson Tail aveva detto al governo degli Stati Uniti: «Restituite quello che avete rubato altrimenti come popolo continuerete ad autodistruggervi».

Leslie Marmon Silko

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accetta Leggi di più

Privacy & Cookies Policy