9.3 C
Civita Castellana
06/03/2021
Image default

Arredare con gusto

Questo è il mio primo articolo di arredamento su Altolazio Notizie. Prima di iniziare con una rubrica, vorrei chiarire un concetto, definire una professione: l’interior designer, che, tradotto in italiano suona come disegnatore di interni o arredatore.

Cosa fa nello specifico un interior designer, quale è la sua utilità, perché dovreste affidarvi ad un interior designer?

Prima di rispondere a questa domanda è bene fare delle considerazioni e partire da un po più lontano.

La nostra società, il nostro modo di vivere, si sono evoluti nel tempo, è cresciuto di contenuti, di oggetti e di cose, se vogliamo, anche effimere, ma che comunque fanno parte del nostro mondo della nostra vita e di conseguenza della nostra casa.

Il concetto di “casa” è cambiato radicalmente nel tempo. Dalla “casa” intesa come “tetto dove ripararsi”, come “il focolare” dove riunirsi la sera, quindi, da un posto, se vogliamo, inteso come ricovero, si è trasformata in un bene di lusso, al sogno di ogni famiglia, diventando il luogo dove ricevere e dare l’impressione migliore di se.

Di acqua ne è passata sotto i ponti. Le case, oggi, parlano di noi, sono lo specchio delle persone che ci vivono, con i loro oggetti, ricordi, aspirazioni e, non per ultimo, necessità.

Quindi, direi che l’interior designer è un pò come “lo psicologo della situazione”, deve cercare di coniugare la struttura di una casa alle persone che vi abitano o abiteranno, dividere i singoli spazi personali e quelli di aggregazione, unire l’estetica alla praticità, dare il giusto risalto alla luce naturale e a quella artificiale, bilanciare le forme e la grandezza degli arredi e degli oggetti con lo spazio a disposizione, non per ultimo, definire gli accessori, colori e materiali che andranno a rifinire il tutto.

Detto ciò, avrete capito che non si tratta un compito e lavoro semplice. Esperienza, talento, tanta sensibilità e, soprattutto, un grande rispetto per i futuri inquilini della casa, fanno la differenza, in una situazione dove tutti i dettagli sono legati sottilmente tra loro in una fusione di dimensione, colore e luce in cui ogni minimo cambiamento di ciascuno si riflette sugli altri.

Il risultato finale sarà vivibile, tangibile, e farà si che la propria casa possa essere il luogo dove condividere i più bei momenti della propria vita.

Ci tenevo a fare questa breve premessa per farvi entrare un pochino nel mio mondo per comprendere meglio il lavoro che andrò ad affrontare con le prossime rubriche, dove vi darò dei consigli mirati per migliorare la vostra casa, o anche solo parte di essa.

In una casa le componenti sono molteplici, pavimenti/rivestimenti, mobili, tendaggi e tessuti, lampade, arredo bagno e tanto altro. Il tutto è in continua evoluzione. Le aziende produttrici sono molto prolifiche e il mercato è sempre più veloce nei cambiamenti. Per queste ragioni occorre essere attenti nel seguire si, le nuove tendenze, ma con uno sguardo duplice rivolto sia al passato che al futuro, per evitare di contestualizzare case che si datano velocemente, schiave delle mode.

La mia rubrica avrà una cadenza settimanale, se avete delle domande potete tranquillamente contattarmi all’email della redazione di Altolazio notizie. Sarà mia premura rispondervi quanto prima.

Non mi resta quindi che salutarvi, e darvi appuntamento alla prossima settimana

un saluto
Anita

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accetta Leggi di più

Privacy & Cookies Policy