Home » Cultura »

Teatro Boni di Acquapendente, una commedia per iniziare il 2019

Dopo il successo della notte di Capodanno, che ha visto protagonista la Banda Osiris in una serata di musica e allegria al Teatro Boni di Acquapendente, prosegue la stagione diretta da Sandro Nardi.  

Teatro Boni di Acquapendente, una commedia per iniziare il 2019
Domenica 13 gennaio 2019 alle ore 17.30 sul palco aquesiano va in scena "Tre cuori e una capanna in un’isola dei mari del sud", con Maddalena Rizzi, Andrea Murchio, Marco Prosperini, Alioscia Viccaro, per la regia di Filippo D’Alessio. Una produzione Seven Cults. Scene di Tiziano Fario. Costumi di Silvia Gambardella.
 
Dalla penna pungente e ironica di David Corsoni, che in ogni suo testo teatrale fa fuoriuscire il suo sarcastico cinismo, una commedia esilarante che racconta la storia di tre naufraghi ai vertici dell’eterno triangolo: marito, moglie e amante della moglie. Sbattuti su un’isola deserta, si ritrovano a “soggiornare” in due capanne. In questa paradossale situazione con difficoltà si realizzano le diverse strategie dell’adulterio tradizionalmente consacrato.
 
Per semplificare le cose l’amante decide di raccontare tutto all’amico che per niente sorpreso propone un compromesso: concede alla donna di vivere maritalmente una settimana con l’uno e una settimana con l’altro. Le conseguenze saranno inevitabilmente curiose: l’amante assume la psicologia del marito e il marito quella dell’amante. Il naufragio scarica sull’isola un terzo incomodo in un finale dal sapore shakespeariano sospeso tra sogno e realtà.
 

12/01/2019 | Acquapendente |