Home » Cultura »

Civita Castellana, trent'anni di CivitaFestival tra nomi internazionali ed emergenze

1988-2018: dall'11 al 22 luglio 2018, la bellissima Civita Castellana (VT) si prepara a ospitare la trentesima edizione del CivitaFestival con un percorso nell'arte, nella cultura, nel teatro e nella musica colta, tra nomi di levatura internazionale ed emergenze, confermandosi come uno dei festival più raffinati del centro Italia.

Civita Castellana, trent'anni di CivitaFestival tra nomi internazionali ed emergenze

1988-2018: dall'11 al 22 luglio 2018, la bellissima Civita Castellana (VT) si prepara a ospitare la trentesima edizione del CivitaFestival con un percorso nell'arte, nella cultura, nel teatro e nella musica colta, tra nomi di levatura internazionale ed emergenze, confermandosi come uno dei festival più raffinati del centro Italia.

Suggestiva scenografia del XXX CivitaFestival sarà Forte Sangallo, imponente fortezza in terra falisca costruita nel 1495 su volere di Alessandro VI Borgia e oggi Polo museale del Lazio, che per l'occasione diventerà palcoscenico di 12 appuntamenti gratuiti in grado di portare al grande pubblico i molteplici volti dell’arte nella cornice medievale di un monumento simbolo della regione.

Un programma fitto che va dalla musica al grande teatro fino ad arrivare alle arti visive con la mostra di Justin Bradshaw "Le vite degli altri" che verrà inaugurata l'11 luglio, realizzata in collaborazione con il Museo della Ceramica 'Casimiro Marcantoni’. Dodici giornate di programmazione che vedranno alternarsi produzioni in prima nazionale e proposte artistiche per declinare la musica in tante direzioni anche di intonazione letteraria e teatrale.

Repertori musicali lontani eppure vicini tenuti insieme da eccellenti musicisti saliranno sul palco del CivitaFestival: dalle versioni bandistiche della tradizione eseguite dalla “gloriosa Banda dell’Arma dei Carabinieri” (11 luglio), tra le migliori sulla scena internazionale, al più noto pianista jazz, e non solo, italiano Danilo Rea. Poi ancora Mario Corvini che presenta la New Talents Orchestra con il solista Vittorio Cuculo, promossa dalla Fondazione musica per Roma nell’ambito dell’iniziativa “sillumina- Copia privata per i giovani, per la cultura” (13 luglio) e il jazz di John Arnold con un doppio concerto in prima nazionale (16 luglio). Un progetto nuovo capitanato dal pianista americano Greg Burk che incapsula in musica le sue esperienze a Detroit nella fine degli anni ‘90 con un cd uscito quest'anno per la prestigiosa etichetta danese SteepleChase: una “Songbook” scritto durante il soggiorno nella città conosciuta per le sue macchine e il patrimonio della musica soul. Al suo fianco due grandi nomi della musica jazz: John B. Arnold alla batteria, che presenta The Hoagy Carmichael Project con il suo nuovo quartetto, per una rivisitazione delle musiche scritte da suo nonno, lo storico compositore americano Hoagy Carmichael (16 luglio) e la tromba più famosa del cinema italiano, quella di Nello Salza, che attraverserà le pagine più significative della storia del cinema mondiale (15 luglio).

Il Teatro al XXX CivitaFestival avrà inoltre due grandi rappresentanze con DICHIARO GUERRA AL TEMPO con Manuela Kustermann e Melania Giglio tratto da I Sonetti di William Shakespeare e prodotto da La Fabbrica dell'Attore – Teatro Vascello – Festival La Versiliana (22 luglio) e A Sciuquè di COMPAGNIA MALMAND e COMPAGNIA I NUOVI SCALZI - Miglior Spettacolo, Miglior Regia  Roma Fringe Festival 2017 (18 luglio).

10/07/2018 | Civita Castellana |