Home » Viterbo »

Viterbo, ennesima aggressione a Mammagialla contro il personale di polizia penitenziaria

- Riceviamo e pubblichiamo dal Segretario Generale Aggiunto CISL FNS Massimo Costantino -

Viterbo, ennesima aggressione a Mammagialla contro il personale di polizia penitenziaria

Ennesima aggressione a danno del personale di polizia penitenziaria. Ieri un Detenuto di nazionalità albanese, ripetutamente colpiva l'agente  e dopo un po' si riusciva a farlo rientrare in cella.

È stato necessario l'invio al pronto soccorso dell'agente dove gli sono stati refertati  8 giorni di prognosi.

Solo quattro giorni fa , solo perché era andata  via la corrente  elettrica per circa un'ora , tutti i detenuti avevano protestato  effettuando anche il lancio di alcune bombolette di gas all'interno delle sezioni.

Bombolette di gas che per la Fns Cisl andrebbero eliminate negli istituti penitenziari.

La direzione ha preso solo un provvedimento palliativo cioè quello di chiudere per una settimana la  socialità di una sola sezione.

La Fns Cisl lazio augura all'agente una pronta guarigione -

Il Sovraffollamento del carcere è attualmente di 187 detenuti in più rispetto alla capienza regolamentare, previsti 432 rispettto ai presenti  619.

Carcere di cui è nota anche la carenza di personale e per questo motivo la fns cisl lazio aveva dichiarato lo stato di agitazione .

Criticità esistenti in tutta la regione Lazio e sulla questione è stata inoltrata al Direttore generale del Personale e Risorse del DAP una dettagliata nota  da parte della segreteria nazionale .

Sovraffollamento e carenza di personale non sono più tollerabile vi è, pertanto, la necessità di incrementare con un numero congruo il personale da assegnare in detta sede, cosi come in altri istituti della regione Lazio, occorre, quindi, una maggiore consistenza effettiva di personale di Polizia Penitenziaria che consenta lo svolgimento del proprio servizio nelle migliori condizioni lavorative .

Il Governo deve intervenire, poichè , occorrono più assunzioni nel corpo di polizia penitenziaria e non poche come avviene attualmente.

12/07/2017