Home » Viterbo »

Viterbo, domenica 14 aprile primo "Firma Day" a sostegno della legge "Rifiuti Zero"

I banchetti, oltre a raccogliere le firme a favore della legge, serviranno anche a sensibilizzare le persone sulla problematica dei rifiuti. La legge Rifiuti Zero è promossa da associazioni, realtà sociali e comitati territoriali che mirano ad una riforma strutturale del sistema della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti e che punta fortemente sull’educazione ambientale. Se approvata, la Legge rappresenterebbe una vera e propria “rivoluzione verde” basata sulle parole sostenibilità, ambiente, salute, partecipazione, lavoro.

Viterbo, domenica 14 aprile primo Firma Day a sostegno della legge Rifiuti Zero

La raccolta di firme a sostegno della legge di iniziativa popolare “Rifiuti Zero” entra nel vivo con il primo “Firma Day” organizzato in tutta Italia per domenica 14 aprile 2013.

A Viterbo e provincia il Coordinamento “Diamocidafare per Viterbo verso rifiuti zero” ha organizzato i seguenti banchetti dove i cittadini potranno recarsi per firmare:

Corchiano, nell’ambito della festa di primavera, orario 9-19;

Cura di Vetralla, piazza santa Maria del soccorso, orario 10-13;

Marta, piazza Umberto I, orario 9-13;

Montefiascone, piazzale Roma, orario 9-19;

Oriolo, piazza Umberto I, orario 9-13.

Sutri, all’interno del mercatino della domenica, orario 9-13;

Vetralla, vicino alla villa comunale Pietro Canonica, orario 10-13;

Viterbo, piazza del Teatro, orario 10-19.

I banchetti, oltre a raccogliere le firme a favore della legge, serviranno anche a sensibilizzare le persone sulla problematica dei rifiuti.

La legge Rifiuti Zero è promossa da associazioni, realtà sociali e comitati territoriali che mirano ad una riforma strutturale del sistema della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti e che punta fortemente sull’educazione ambientale. Se approvata, la Legge rappresenterebbe una vera e propria “rivoluzione verde” basata sulle parole sostenibilità, ambiente, salute, partecipazione, lavoro.

Il percorso legislativo della proposta di legge è iniziato lo scorso 27 marzo con il deposito del testo in Corte di Cassazione. La quota di firme necessaria per la presentazione della legge è di 50mila firme, ma i promotori dell’iniziativa, forti dell’entusiasmo suscitato in tutta Italia e dei moltissimi comitati territoriali già costituiti, tra i quali quello di Viterbo, contano di raccoglierne molte di più.

Il coordinamento viterbese ringrazia pubblicamente il sindaco di Corchiano Bengasi Battisti, il vice-sindaco di Oriolo Italo Carones, i consiglieri comunali di Viterbo Maurizio Federici e Mauro Rotelli, l’assessore all’ambiente di Acquapendente Claudio Speroni, che fin dall’inizio hanno sostenuto l’iniziativa.

Inoltre, un ringraziamento va ai circoli dei partiti che hanno già aderito all’iniziativa: i circoli Pd di Montefiascone e Vetralla, il circolo Sel di Vetralla, i circoli del Movimento Cinque Stelle di Viterbo, Montefiascone, Sutri, Canepina, Tuscania, il circolo Fratelli d’Italia di Viterbo.

12/04/2013