Home » Viterbo »

Team Crazy Old Men e Lety5 sul circuito di Magione: un team da record!

Un fine settimana dettato dall’incertezza per via del tempo che la Domenica in gara non ha risparmiato di far cadere così tanta acqua e rendere tutto più difficile ai tanti piloti iscritti.

Team Crazy Old Men e Lety5 sul circuito di Magione: un team da record!

 

Le prove libere del Venerdì e le qualifiche del  Sabato sono state disputate sull’asciutto facendo segnare tempi record per Lety 5 che dal 2008 non metteva più le ruote su questo circuito, la Domenica durante la sessione di qualifica purtroppo la pioggia ha reso insidioso l’asfalto causando diverse cadute compresa quella del nostro pilota Lety5 caduta a causa di una foratura del pneumatico anteriore per via del materiale di altre moto rimasto in pista…

In tempi record la squadra corse Crazy Old Men capitanata da Sabino D’Amico (Nonno Racing) ha risistemato la moto per permettere al pilota di entrare in pista per disputare la prima delle due gare in programma e nella quale Lety5 ha fatto segnare un 5° posto nel Trofeo National Cup.

Nella seconda gara della giornata del Premier National Cup Lety5 parte benissimo dalla 13° posizione in griglia tagliando il traguardo dopo 12 giri in 8° posizione.

 

Lety5:” Sono state due gare veramente tanto sofferte, credo che dopo questo non mi metterà più paura nulla….è stato un vero peccato aver disputato prove libere e qualifiche sull’asciutto e aver poi corso la gara sul bagnato, abbiamo lavorato benissimo per sistemare la moto in qualifica facendo segnare anche bei tempi, ma sul bagnato non avevamo nessun riferimento, Nonno Racing è stato formidabile a sistemarmi la moto con un assetto da pioggia adatto a quelle condizioni.

Purtroppo la caduta in mattinata non ci voleva e ringrazio Nonno Racing e David per avermi risistemato la moto in tempo per la prima gara, sono riuscita ad entrare nell’ultimo minuto utile per schierarmi in griglia di partenza, e visto come sono andate le cose un quinto posto và più che bene, questo risultato mi ha permesso di risalire in terza posizione nella classifica generale.

La seconda gara è stato un dramma, cadeva tanta di quell’acqua che non si riusciva a capire neanche il momento in cui si doveva staccare, la visiera del casco completamente appannata già dal primo giro, una vera sofferenza, ma anche in questa gara sono riuscita ad aggiudicarmi un buon piazzamento sotto la bandiera a scacchi.

Grazie ancora a tutti i partners per l’aiuto che ci stanno dando , ringrazio anche le persone che mi seguono sempre che mi sostengono e gli amici che sono venuti a vedere la gara nonostante le condizioni meteo avverse…”

07/05/2012