Home » Viterbo »

Siccità, Parroncini: “Centinaia di imprese in sofferenza, la Regione intervenga”

Il consigliere regionale del Pd chiede una seduta della commissione Agricoltura per discutere del problema

Siccità, Parroncini: “Centinaia di imprese in sofferenza, la Regione intervenga”

 

“Colture cerealicole, zootecnia e pastorizia sono in piena emergenza a causa della prolungata siccità. E le piogge di questi giorni non sono sufficienti a salvare i raccolti: la Regione deve monitorare la situazione perché nella Tuscia sono centinaia le aziende che potenzialmente potrebbero finire in ginocchio. Poche sono infatti quelle che hanno potuto irrigare le colture”. Il consigliere regionale del Pd, Giuseppe Parroncini, ha chiesto la convocazione di una seduta della commissione Agricoltura per discutere del problema che sta affliggendo soprattutto i territori di Tuscania, Canino, Tarquinia e Montalto di Castro.

“I raccolti – dice Parroncini – purtroppo ormai in buona parte sono compromessi e la pioggia di queste ore rappresenta solo un lieve ristoro. Cereali, grano duro, orzo: l’area della Maremma ha bisogno dell’aiuto della Regione, ci sono aziende che rischiano la chiusura, in particolare quelle più esposte con gli investimenti. Quantificarle è difficile, serve un monitoraggio per evitare che la situazione si aggravi ulteriormente.”.

Secondo Parroncini è necessaria anche una verifica per quantificare i danni subiti dalle imprese in sofferenza. “Occorre lavorare sul credito, in accordo con le banche. In particolare – conclude il consigliere regionale del Pd - Banca Impresa Lazio, realtà sostenuta dalla Regione, deve farsi garante dei crediti e spostarli in avanti nel tempo. Bisogna intervenire e affrontare questa fase tempestivamente perché è drammatica, soprattutto sulle fasce collinari. Per questo ho chiesto la convocazione della commissione Agricoltura. Ma intanto è indispensabile avere costantemente chiaro il quadro della situazione e tenerlo sotto controllo”.

11/04/2012