Home » Viterbo »

Pieri e Melaragni, CNA, dopo l’elezione di Zingaretti: “Urgente un piano strategico per rilanciare un’economia stremata. Noi siamo pronti a dare il nostro contributo”.

Pieri e Melaragni, CNA, dopo il voto per la Regione Lazio:  “Sul tavolo di Zingaretti ci sono già le nostre proposte. Non possiamo permetterci altri ritardi, è urgente un piano strategico per rilanciare l’economia dei territori”.

Pieri e Melaragni, CNA, dopo l’elezione di Zingaretti:  “Urgente un piano strategico per rilanciare un’economia stremata.  Noi siamo pronti a dare il nostro contributo”.

“Dopo un lungo periodo di vuoto politico e amministrativo, alla Regione Lazio si può finalmente ripartire. La drammaticità della crisi richiede rapidità d’azione per restituire credibilità all’Ente e per avviare quel processo di innovazione che serve al sistema produttivo per tornare ad essere competitivo. Noi siamo pronti a dare il nostro contributo”. E’ ciò che dichiarano Angelo Pieri e Luigia Melaragni, rispettivamente presidente e segretaria della CNA di Viterbo e Civitavecchia.

“Abbiamo detto, nel corso della campagna elettorale, che c’è bisogno di ricostruire un orizzonte strategico, di promuovere una politica economica a medio - lungo termine orientata verso un modello di sviluppo sostenibile che valorizzi l’enorme risorsa di competenze e creatività del Lazio. E’ decisivo, per centrare questi obiettivi, che i nuovi amministratori instaurino un confronto permanente con la rappresentanza di tutto il mondo imprenditoriale, riconoscendo il protagonismo delle piccole imprese -sottolineano Pieri e Melaragni-. Il neopresidente Nicola Zingaretti, al quale auguriamo buon lavoro, si è impegnato a modificare il modo di lavorare della Regione proprio nella direzione di un coinvolgimento di tutti gli attori del territorio. Ci aspettiamo dunque che il nuovo governo apra realmente a una sana concertazione”.

La CNA aveva presentato ai candidati alla presidenza “dieci idee per una Regione amica delle imprese”. Accesso al credito, rilancio dell’edilizia puntando sulla ristrutturazione del patrimonio immobiliare esistente sulla riqualificazione energetica e dei sistemi urbani, internazionalizzazione e semplificazioni amministrative tra i capitoli del documento che è dunque già sul tavolo di Zingaretti. 

27/02/2013