Home » Viterbo »

"Le riviste digitali e lo studio del passato" in un convegno promosso dall'Università della Tuscia

Il seminario prevede tre giornate di studio, dal 16 al 18 maggio 2013, durante le quali ci si propone di indagare la trasformazione del mestiere dello storico rispetto alle pratiche storiografiche tradizionali e il suo rinnovato ruolo nella società dell’informazione.

Le riviste digitali e lo studio del passato in un convegno promosso dall'Università della Tuscia

L’Università degli Studi della Tuscia , il Dipartimento di Economia e dell’Impresa e il Centro Studi sull’Europa Mediterranea, in collaborazione con la Società Italiana per lo Studio della Storia Contemporanea (SISSCO), con il patrocinio dell’Associazione per l'informatica umanistica e la cultura digitale (AIUCI) e grazie ad un’idea delle riviste online “Diacronie” (http://www.studistorici.com/) e “Officina della storia” (http://www.officinadellastoria.info/) propongono un seminario dal titolo: Una “nuova” storia contemporanea?Le riviste digitali e lo studio del passato.

Il seminario che  prevede tre giornate di studio, dal 16 al 18 maggio 2013, durante le quali ci si propone di indagare la trasformazione del mestiere dello storico rispetto alle pratiche storiografiche tradizionali e il suo rinnovato ruolo nella società dell’informazione: così come sta accadendo nelle scienze sociali e negli studi umanistici, si sta verificando  un radicale cambiamento della conoscenza storica. Le riviste digitali sono forse l’espressione più importante di questa mutazione poiché offrono molteplici possibilità di accesso alla storia e alla sua divulgazione.

Oltre a modificare lo statuto della disciplina, lo sviluppo della storia in digitale influenza anche il processo formativo dello storico: si aprono, infatti, infinite possibilità di conoscenza, ma si moltiplicano anche i rischi di dispersione per la ricerca e lo studio.

Sempre più forte è allora l’esigenza di promuovere una riflessione accurata sulle riviste digitali e sullo studio della storia, con attenzione alle metodologie e ai problemi interdisciplinari posti dalla contaminazioni tra strumenti e linguaggi diversi ma destinati a integrarsi sempre di più nella teoria e nella pratica della ricerca, nella produzione storiografica e nel discorso pubblico sulla storia.

Naturalmente sarà possibile seguire i lavori del convegno anche online al link http://storiaindigitale.wordpress.com/  o sulla pagina facebook Storia in Digitale http://www.facebook.com/pages/Storia-in-digitale/154734871352628  .

Programma dei lavori

Giovedì 16 maggio 2013 – ore 14.30

Rettorato - Sala del Consiglio

Università della Tuscia, Santa Maria in Gradi, 4

Saluti e apertura dei lavori

Alessandro Ruggieri (Dipartimento di Economia e dell’Impresa)

Agostino Giovagnoli (Presidenza Sissco)

Metodologie e problemi interdisciplinari

Presiede Matteo Sanfilippo (Università della Tuscia)

Alle origini della rete: il problema della conoscenza (Tommaso Detti, Università degli Studi di Siena)

Linguaggi e uso pubblico della storia (Maurizio Ridolfi, Università degli Studi della Tuscia)

La storia digitale dagli anni Novanta (Giancarlo Monina, Università Degli Studi Roma Tre)

“Comunicare” la storia contemporanea (Mirco Dondi, Università di Bologna)

 

Venerdì 17 maggio 2013 - ore 9.15 

Rettorato - Sala del Consiglio

Università della Tuscia, Santa Maria in Gradi, 4

La storia online in Italia

Presiede Carlo Spagnolo (Università degli Studi di Bari)

Le riviste di storia on line in Italia (Guido Panvini, Università degli Studi della Tuscia)

Le riviste nel dialogo tra le generazioni (Marco De Nicolò, Università degli Studi  di Cassino)

“Vedere la storia”: il digitale e le fonti audiovisive (Sante Cruciani, Università degli Studi della Tuscia

La produzione digitale delle istituzioni culturali (Gilda Nicolai, Università degli Studi della Tuscia)

ore 15.00

Il panorama internazionale

Presiede Simone Neri Serneri (Università degli Studi di Siena)

Il mondo britannico (Claudia Baldoli, Università di Newcastle)

La Francia (Elisa Grandi, Université Paris VII )

La Spagna e il Portogallo (Matteo Tomasoni, Università di Valladolid ed Enrico Acciai, Università degli Studi della Tuscia);

L’America Latina (Jacopo Bassi, “Diacronie”)

 

Sabato mattina 18 maggio 2013 – ore 9.15

Rettorato - Sala del Consiglio

Università della Tuscia, Santa Maria in Gradi, 4

Workshop delle riviste online di storia contemporanea

Presiede Serge Noiret (Presidente IFPH-FIHP, International Federation for Public History)

Per un net-work delle riviste digitali a libero accesso: un’ipotesi di lavoro

(Deborah Paci, “Diacronie” e Università Ca’ Foscari Venezia)

Tecnologia informatica, storia e riviste digitali

(Anna Caprarelli, “Officina della storia” e Università degli Studi della Tuscia)

Partecipano:

“Storicamente” Alberto De Bernardi (Università di Bologna)

“Storia e futuro” Giuliana Bertagnoni (Università di Bologna)

 

ore 12.00:

Tavola rotonda

Coordina: Maurizio Ridolfi (Università degli Studi della Tuscia)

Partecipano:

Giovanni Fiorentino (Università degli Studi della Tuscia)

Domenico Fiormonte (Università Degli Studi Roma Tre)

Serge Noiret (Presidente IFPH-FIHP, International Federation for Public History)

Stefano Vitali (Sovraintendenza Archivi Emilia-Romagna)

 

 

14/05/2013