Home » Viterbo »

Il coordinamento Donazione organi e tessuti di Viterbo incontra i ragazzi del liceo Ruffini.

L’evento è servito a sensibilizzare gli studenti sul tema della donazione.

Il coordinamento Donazione organi e tessuti di Viterbo incontra i ragazzi del liceo Ruffini.

Grande partecipazione e un buon numero di adesioni di volontà per la donazione. Sono questi i risultati significativi che il coordinamento Dot (Donazione organi e tessuti) della Ausl di Viterbo ha registrato al termine dell’incontro con le quinte classi del liceo scientifico Ruffini che si è svolto ieri, martedì 5 febbraio, presso la sala conferenze di Palazzo Gentili a Viterbo.

Il coordinamento Dot non è nuovo a questo genere di iniziative, anzi nel corso degli anni ha incrementato gli incontri con gli studenti della Tuscia nella convinzione che da un confronto sano e diretto con le nuove generazioni possa consolidarsi quella cultura della donazione, fulcro e pilastro di una società davvero civile e solidale.

La manifestazione di ieri, resa possibile grazie all’adesione della direzione sanitaria del Complesso ospedaliero di Belcolle e alla collaborazione del dirigente scolastico del Ruffini, Maria Antonietta Bentivegna, e della professoressa Rosa Moschini, ha visto la presenza di circa 150 studenti. Per la Ausl di Viterbo hanno partecipato il coordinatore Dot Fernando Ricci, e le signore Stefania Stefani e Rosella Ceccantoni.

L’incontro, come sempre accade nelle manifestazioni targate Dot, si è sviluppato in maniera molto naturale, con i ragazzi del Ruffini che hanno vestito i panni del protagonista formulando numerose questioni circa le procedure che conducono alla donazione di organi e tessuti. Al termine della manifestazione, con grande soddisfazione da parte degli operatori della Ausl di Viterbo, molti studenti hanno espresso la loro volontà di adesione alla donazione, contribuendo ad accrescere il numero di cittadini del Viterbese che hanno già aderito. Anche questo è un piccolo segnale di una provincia che cresce sotto il profilo culturale e della partecipazione civile.

 

06/02/2013