Home » Viterbo »

Giulio Marini si dimette da deputato. Resta sindaco di Viterbo

La decisione verrà ufficializzata nei prossimi giorni

Giulio Marini si dimette da deputato. Resta sindaco di Viterbo

Una decisione la doveva prendere per incompatibilità delle cariche dopo la sentenza della Consulta. Il sindaco di Viterbo Giulio Marini si è dimesso da deputato. Ha deciso così di continuare a servire la città di Viterbo. «Ufficializzerò la mia scelta nei prossimi giorni - ha dichiarato all'Ansa Marini - al più tardi il 12 gennaio». Alla domanda sul perché ha deciso di lasciare Montecitorio e rimanere a Palazzo dei Priori Marini ha risposto: «In primo luogo non voglio che mio figlio possa solo immaginare che ho mantenuto la carica che mi avrebbe consentito di guadagnare di più. Inoltre lo devo a un carissimo amico che non c'è più, Carlo Cardoni, convinto che avrei fatto il bene della città mi 'costrinse' a candidarmi a sindaco. Infine – conclude Marini- per rispetto degli elettori che mi hanno eletto con un'amplissima maggioranza».

Guilio Marini, 54 anni, entrato in politica nel 1993 con Forza Italia, della quale fondò il primo club in città, e' stato vice sindaco di Viterbo fino al 97. Dallo stesso anno e fino al 2005 è stato presidente della Provincia per due legislature. Nel 2006 è stato eletto senatore nella lista di Forza Italia e, infine, nel 2008 è diventato sia sindaco di Viterbo che deputato del Pdl, sconfiggendo con il 62% dei voti il candidato del centrosinistra Ugo Sposetti.

04/01/2012