Home » Viterbo »

Città di Marino 6 - Viterbese 7 dopo i calci di rigore (1-1 al 90’)

Termina ai calci di rigore nei trentaduesimi di finale l’avventura del Città di Marino in coppa Italia. A passare il turno è la Viterbese del neo allenatore Conticchio che ha trovato il gol del pareggio in pieno recupero per poi superare la formazione di Mobili dagli undici metri

Città di Marino 6 - Viterbese 7 dopo i calci di rigore (1-1 al 90’)

I giallo-blu scendono in campo con molti giovani mentre nel Marino Stefano Mobili lascia spazio a un ampio turnover con Manfredonia, Boncompagni, Santaniello e D’Ambrosio dal primo minuto. Miani parte titolare. La prima occasione è per i padroni di casa proprio con Miani che si concede un controllo di troppo vanificando un’ottima opportunità per la sua squadra. La Viterbese risponde con Morini che impegna Manfredonia in calcio d’angolo. Gli ospiti prendono possesso del campo, il Marino non riesce a impostare la manovra. Al 20’ Fapperdue calcia di poco a lato, poco dopo è Mereu a rendersi pericolo, Russo in area fa buona guardia. La ripresa è più vivace. Al 4’ Santaniello serve in area Miani che non trova l’impatto con il pallone. L’ingresso di Quadrini dà maggiore vivacità alla manovra del Marino. La Viterbese, però, si rende pericolosa con il suo uomo migliore, Sbaccanti, che, all’8’, colpisce il palo alla sinistra di Manfredonia. Al 12’ Boncompagni pennella dalla sinistra per il colpo di testa alto di Santaniello. Al 19’ si sblocca l’incontro. Boncompagni calcia di potenza una punizione respinta forse con un braccio da un uomo della Viterbese in barriera, l’arbitro lascia giocare, il pallone giunge a Miani che calcia sul portiere in uscita, sulla respinta arriva Quadrini che insacca col sinistro. La Viterbese va vicinissima al pareggio subito dopo con il neo entrato Aquino che sfrutta un retropassaggio avventato di testa di D’Ambrosio ma calcia incredibilmente sul fondo. Al 31’ Scozzese va in gol ma sulla linea c’è il tocco in posizione irregolare di Miani. Rete annullata dall’arbitro su segnalazione del guardalinee. Un minuto dopo Quadrini si fa ammonire per la seconda volta dal direttore di gara e termina anzitempo la partita. Marino in dieci. La Viterbese ci crede e chiude nella propria metà campo gli avversari. Al 40’ Miani sfiora il raddoppio, Comentale è bravissimo a salvarsi con i piedi sul bel diagonale dell’ex attaccante del Pisa. Nel finale succede di tutto. Manfredonia compie un miracolo su Sbaccanti poi non può nulla, nell’ultimo minuto di recupero, sul bolide scagliato dalla distanza da Aquino. Come da regolamento si va direttamente ai calci di rigore. Dal dischetto l’unico a fallire è l’argentino Jimenez per il Marino che si lascia ipnotizzare da Comentale. Errore fatale per i biancoazzurri. A passare ai sedicesimi è la Viterbese. Il Marino già pronto a rituffarsi in campionato con la sfida di domenica al “Fiore” nel derby contro il Palestrina.

Città di Marino: Manfredonia, Russo, Esposito, Kalambay (1’ st Quadrini), Scozzese, D’Ambrosio, Modou, De Cristofaro, Santaniello (24’ st Angelilli), Miani, Boncompagni (29’ st Jimenez). A disp.: Perrotta, Falco, Buttarazzi, La Ruffa. All.: Mobili.
Viterbese: Comentale, Giliberti, Cascella, Fapperdue, Nocerino, Vanacore, Lenart, Sbaccanti, Barra (17’ st Zagarella), Mereu (28’ pt Aquino), Morini (9’ st Testa). A disp.: Scarsella, Di Mauro, Manini, Pintucci. All.: Conticchio.
Arbitro: D’Apice di Arezzo. Assistenti: Papapietro di Foligno e Benedettino di Bologna.
Marcatori: 19’ st Quadrini (M), 49’ st Aquino (V).
Sequenza rigori: Scozzese (gol), Testa (gol), De Cristofaro (gol), Lenart (gol), D’Ambrosio (gol), Aquino (gol), Miani (gol), Sbaccanti (gol), Angelilli (gol), Cascella (gol), Jimenez (parato), Nocerino (gol).
Note: Espulso al 32’ st Quadrini (M) per doppia ammonizione. Ammoniti: Giliberti, Cascella, Vanacore.

15/09/2011