Home » Viterbo »

Atletica, la Zona Olimpica in evidenza a Rieti

I giovanissimi della Zona Olimpica Atletica Viterbo chiudono la stagione Indoor con un risultato veramente positivo, impegnati a Rieti domenica 23 marzo nei Campionati Regionali di società, riservati alle categorie Ragazzi/e. 

Atletica, la Zona Olimpica in evidenza a Rieti

Ben 17 le formazioni presenti in campo femminile, provenienti da tutto il lazio, con la Zona Olimpica che sfiora il bronzo, ottenendo il 4° posto finale, alle spalle delle corazzate della Ca.Ri.Rieti e Fiamme Gialle e dell’altra squadra di Rieti. Significativi i risultati ottenuti dalle sue giovanissime, capaci di tenere testa ai migliori pari età della regione, con ottime performance e record personali , a conferma dell’ottimo lavoro svolto dai tecnici della società Federica Gregori e Linda Misuraca, che hanno seguito tutte le fasi delle gare. Benedetta Felici sicuramente l’atleta più talentuosa del gruppo viterbese, capace di imporsi  con autorità nella prova di salto in alto con la misura di 1,43 per poi ripetersi anche nel salto quadruplo, dove ottiene la 2^ piazza con un ottimo 11,09. Non è da meno la compagna di squadra Maria Fringuelli che realizza il 2° posto nella prova di Peso con la misura di 9,63 e 4^ nei 60Hs. con 10”35. Subito ai piedi del Podio Maria Sara Clementi che realizza il 9° posto sia nell’alto con 1,20 che nel lungo con 3,80.

3° posto a sorpresa anche nella staffetta veloce 6x60m. che con Cianchelli, Pascal, Fringuelli, Sciortino, Clementi e Felici ottiene l’ottimo tempo di 55”4. Fondamentale ai fini della classifica il contributo delle altre atlete presenti , Alessia Tontoni, Julie Bologna, Chiodo Camilla e Infelli Martina.

Altra storia per i ragazzi che privi di 1 atleta gara sono relegati all’8° posto e che avrebbero potuto ambire anche loro al 4° posto finale. Buone le individualità  di Lorenzo Giuliano che si piazza al 3° posto nella prova di alto con 1,31 ed ottiene il 5° posto nel peso con 12,15, buoni risultati sono venuti anche da Cristiano Capati, Danilo Oriolesi e Filippo Giunta.

 

24/03/2014