Home » Basso Viterbese » Civita Castellana »

Volley B1M Exton Aversa – Ceramica Globo Civita Castellana, coach Spanakis: “La strada è lunga”

Questo il commento dell’allenatore rossoblù sul match di sabato 20 dicembre al Pala Jacazzi di Aversa.

Volley B1M Exton Aversa – Ceramica Globo Civita Castellana, coach Spanakis: “La strada è lunga”

Sabato 20 dicembre al Pala Jacazzi di Aversa la Ceramica Globo Civita Castellana ha incontrato Exton Aversa per l’ottava giornata di campionato. Il match si è concluso 3-1 per l’Exton. Questo è il commento di coach Alessandro Spanakis sulla gara.

“Oggi abbiamo affrontato una squadra di cui avevamo grande rispetto e che ha dimostrato il suo valore. Nei primi due set hanno mantenuto una grande pressione al servizio e in attacco sbagliando poco o niente. Noi abbiamo subito questa loro partenza facendo fatica ad entrare in partita. Però dal terzo set è cambiato qualcosa; non ci siamo disuniti ma anzi un punto alla volta abbiamo ritrovato la nostra migliore pallavolo. Vinciamo così il terzo set e conduciamo il quarto fino al 23-21. Qui accade quello che non dovrebbe mai capitare quando si parla di sport. Due arbitri che condizionano una partita così importante con continui e palesi errori sempre e solo da una parte. Non è possibile andare ad Aversa e trovare arbitri di Napoli ostili dal riconoscimento fino all'ultimo punto. Mi spiace molto per i ragazzi che avevano preparato la partita con tanta dedizione; partita che erano riusciti a riprendere dopo le difficoltà iniziali mettendo tanto cuore. Mi spiace anche per la società che sta facendo degli sforzi immani per portare avanti questo suo progetto. Non è ammissibile un tale comportamento in nessun campo; vedersi annullare per ben due volte il set point che significava quanto meno il quinto set con scelte arbitrali fuori dal mondo. Tutto ciò dopo una conduzione a senso unico che era iniziata già dai primi scambi. Credo di aver assistito al record di invasioni commesse dalla mia squadra che puntualmente vanificavano il nostro lavoro. È un fatto che ci rattrista molto ma allo stesso tempo ci da una carica incredibile. Spero che non capitino più fatti simili e che vengano presi provvedimenti per chi ci ha creato un danno così evidente. Da domani sarà comunque per noi un capitolo chiuso; ora un po' di riposo e poi di nuovo concentrati sul prossimo avversario. Auguro buone feste a tutti”.

 

Monica Arigoni

21/12/2014