Home » Basso Viterbese » Civita Castellana »

Talete, Rifondazione Comunista chiede intervento del sindaco sulle procedure di distacco

Da diverso tempo la TALETE ente gestore del servizio idrico stà procedendo col distacco dei contatori dell'acqua a quelle famiglie che risultano morose o inadempienti con gli ultimi pagamenti delle bollette dell'acqua.

Talete, Rifondazione Comunista chiede intervento del sindaco sulle procedure di distacco

"Tutto questo avviene senza che nessuno intervenga sollecitamente a risolvere il problema,non passa giorno che non si legga sugli organi di informazione prese di posizione in materia da parte di partiti politici o associazioni,noi come Prc anche se non più presenti all'interno del consiglio comunale,vorremmo portare il nostro contributo e lanciamo la nostra proposta:vista l'allarmante situazione di disagio economico e sociale in cui le famiglie civitoniche versano,(situazione già sottolineata dal neo assessore ai sevizi sociali) chiediamo che il sindaco intervenga e si faccia da garante presso la Talete per l'immediata sospensione delle procedure di distacco e la riattivazione di quelle già chiuse,di elaborare una procedura che preveda l'esenzione o agevolazioni come è previsto per la tassa sui rifiuti,al fine di tutelare il diritto sacrosanto sancito dalla costituzione che dice l'acqua è un diritto fondamentale e pertanto inviolabile.

Ricordando il referendum che milioni di cittadini hanno sostenuto per il diritto all'acqua pubblica,e tenendo conto delle procedure di infrazione inflitte dalla comunità europea in materia di “arsenico”, sollecitiamo un rapido intervento da parte delle istituzioni al fine di garantire un sacrosanto diritto".

 

Partito Rifondazione Comunista

Circolo "Enrico Minio" Civita Castellana

06/08/2014