Home » Basso Viterbese » Civita Castellana »

Riceviamo e pubblichiamo: Forza Italia e Fratelli d’Italia gli unici partiti del centrodestra che pensano al futuro di Civita Castellana

Lo scrivono in una nota i due schieramenti

Riceviamo e pubblichiamo: Forza Italia e Fratelli d’Italia gli unici partiti del centrodestra  che pensano al futuro di Civita Castellana
L’appuntamento per le prossime elezioni comunali, e anche europee, è ormai alle porte e in molti si domandano come si sta organizzando il centro-destra civitonico.
Ci sono voci su possibili accordi che vedrebbero Forza Italia già seduta ad un “tavolo immaginario” con Lega e “ex fedelissimi di Francesco Storace” per escludere Fratelli d’Italia.
 
In primo luogo, Forza Italia ha già chiarito, con la voce del coordinatore provinciale Dario Bacocco, che “fino a questo momento non sono stati fatti accordi con nessuno su eventuali candidature” e che quello che più conta “è parlare di programmi, di unità d’intenti”.
In secondo luogo, anche se qualcuno, pur se erroneamente indicato come referente locale della Lega, considera le proposte che da qualche tempo Forza Italia sta facendo in assoluta intesa con Fratelli d’Italia come “inutili”, queste rimangono pur sempre un risultato ottenuto dal lavoro di una squadra che lo sta facendo con un unico obiettivo: quello di dare a Civita Castellana una nuova amministrazione e nuove speranze per il futuro dei cittadini civitonici.
 
In conclusione, dunque, Forza Italia rimane aperta a qualsiasi dialogo, ma questo deve essere costruttivo e non, diversamente, distruttivo e prevalso dalla critica sterile e inutile che punti agli attacchi personali e non politici senza poi essere accompagnata da una controproposta, in termini di programmi per il futuro, da parte delle altre forze politiche. 
Fratelli d’Italia non è stata esclusa da nessun tavolo essendo, d'altronde, l’unica forza politica di centro destra insieme a Forza Italia che siede nei banchi dell’opposizione e che insieme a quest’ultima ha creato le basi per sostituire l’attuale uscente e fallimentare amministrazione.

06/02/2019