Home » Basso Viterbese » Civita Castellana »

Riaperta la via Narcense, Angelelli “Il 2012 all’insegna dell’ambiente”

  Grazie all’impegno delle associazioni Argilla e Federcaccia di Civita Castellana è stata riaperta la via Narcense, l’antico percorso immerso nella natura che collega Civita Castellana con il sito archeologico di Narce. Domenica 31 marzo i volontari, accompagnati dal sindaco, Gianluca Angelelli, e da altri cittadini appassionati di escursioni, si sono divisi in due gruppi per ripulire l’antico passaggio dalle sterpaglie, partendo da Calcata e da Civita Castellana per ricongiungersi a metà strada.  

Riaperta la via Narcense, Angelelli “Il 2012 all’insegna dell’ambiente”

 

“Ringrazio l’associazione Argilla e la Federcaccia per il loro impegno - ha affermato il sindaco Angelelli -  la via Narcense, come pure la via Amerina, sono luoghi meravigliosi che invito a visitare.  Anche se quest’anno non c’è alcuna delibera per dedicare il 2012 alla celebrazione ufficiale di un evento, l’attenzione sarà centrata sull’ambiente. L’intento è quello di iniziare il percorso per il riconoscimento delle forre come Monumento Naturale. L’attenzione dell’Amministrazione sarà puntata in particolare sulla valorizzazione di via Amerina, via Narcense, Tempio di Giunone, e soprattutto sull’estensione della raccolta differenziata al resto della città. Inoltre i cittadini hanno visto che si sta lavorando su via della Repubblica per attivare le pompe che permetteranno di depurare le acque  reflue di altre 2000 persone circa. Le nostre forre sono un patrimonio inestimabile di cui dobbiamo riappropriarci”.

 

A seguito della pulizia di domenica scorsa oggi la via Narcense è percorribile, sebbene alcuni tratti siano più difficoltosi per una frana sul percorso, in corrispondenza della quale c’è una deviazione di qualche metro.

06/04/2012