Home » Basso Viterbese » Civita Castellana »

Primarie centro sinistra a Civita Castellana. Il Renzi fans club canta vittoria. Ko per i fioroniani e sposettiani

La grande partecipazione degli italiani alle urne, nei tempi del forte vento dell'antipolitica, sono di per sè un dato incoraggiante, che deve rendere orgoglioso il Partito Democratico e chi ha voluto queste primarie. Si va al ballottaggio, previsto, fra Bersani e Renzi. Il primo  ha riscosso il consenso di circa il 44,9% dei votanti nazionali, il secondo circa il 35,5% (ANSA 26 novembre, 10:27). Il dato che sorprende gli abitanti della provincia di Viterbo è che, se si vogliono guardare i risultati nello specifico, nei centri con maggior numero di popolazione (quindi Viterbo, Civita Castellana, Tarquinia), gli elettori hanno manifestato una volontà di ricambio, il ricambio che Renzi ha promesso in campagna elettorale.   

Primarie centro sinistra a Civita Castellana. Il Renzi fans club canta vittoria. Piangono i fiornoniani e sposettiani

Nei centri maggiori, le percentuali dei votanti, considerando i tre candidati principali, sono così tripartite: Renzi 44,72%, Bersani 38,68% (Civita Castellana); Renzi 42,21%, Bersani 36,74% (Tarquinia); Renzi 45,07%, Bersani 33,66% (Viterbo).

Sono dei dati che costringono la classe dirigente attuale, quantomeno, ad un'analisi di coscienza, a un mea culpa. Probabilmente un voto di protesta degli elettori, che non si sono lasciati sfuggire l'opportunità di mettere una croce sul simbolo del cambiamento, dell'innovazione e del ricambio. Questi dati rendono più che soddisfatti i membri del

"Comitato AltoLazio per Matteo Renzi", che si sono mobilitati per primi nella città di Civita Castellana, coinvolgendo nelle idee tutta la prinvincia e non solo, aiutando gli intenzionati ad istituire dei comitati, andando nelle piazze, facendo volantinaggio, intercettando un bisogno diffuso ma ancora non consolidato, comportandosi proprio come il loro leader, che decidendo di viaggiare a bordo di un camper, ha deciso di rinunciare alle comodità, alle certezze, ai pregiudizi, con il desiderio di provare a costruire il futuro. Domenica prossima, 2 dicembre, si svolgerà l'atto finale, si andrà a votare di nuovo per manifestare la definitiva

scelta del candidato del Centrosinistra, la scelta fra Renzi e Bersani. L'esito finale di tale competizione ideologica sarà importantissimo, poichè consentirà alla nostra Italia

di ricevere una virgiliana guida nella selva della crisi, per questo ci sentiamo di invitare tutti i votanti ad avere un po' di pazienza, a tornare di nuovo a votare e a manifestare la propria opinione. A prescindere dal risultato del ballottaggio, c'è comunque un dato considerevole da interpretare: come nella provincia di Viterbo in moltissime altre provincie, Renzi ha scosso il suolo degli edifici pubblici, se qualche longevo abitante dei palazzi comunali vuole salvarsi, è costretto ad uscire.

 

 

 



 

26/11/2012