Home » Basso Viterbese » Civita Castellana »

“Finalmente insieme” e “I fratelli della profezia”: uscite le opere della scrittrice Pamela Mancini

Storie di vita reale raccontate in chiave surreale: questo è lo stile della scrittrice esordiente. A giorni l’uscita del suo terzo libro “Senza aria”.  

“Finalmente insieme” e “I fratelli della profezia”: uscite le opere della scrittrice Pamela Mancini

“Finalmente insieme” e “I fratelli della profezia”: queste le opere prime di Pamela Mancini, scrittrice civitonica esordiente che dopo tanti anni ha coronato il suo sogno di vedere pubblicate le sue storie, racconti di vita reale trasformati in chiave surreale e fantastica.

Pamela si è avvicinata alla scrittura nel periodo dell’adolescenza. Inizialmente compone poesie nelle quali racconta i suoi primi amori, le amicizie, gioie e dolori del periodo adolescenziale. Poi  nel giugno 2013 incontra la giornalista Monica Maggi che le dice che era pronta ad uscire allo scoperto e pubblica i suoi libri in versione digitale.

“I fratelli della profezia” racconta esperienze di vita della stessa autrice ma soprattutto l’amore incondizionato per suo figlio. “Sono stata spinta a scrivere il libro da una richiesta di mio figlio. Era piccolo e desiderava un libro con una storia fantastica che raccontasse di tre fratellini, noi: Leonardo mio figlio, Fabio mio marito ed io pronti ad affrontare prove incredibili – ci racconta Pamela - mi sono divertita molto creando un vero cocktail di fantasia, amore, forza, coraggio e valori profondi. Ho scritto tutte le notti fino alle tre del mattino senza sentire la fatica e quando sono arrivata all'ultima pagina ho coronato un sogno, raggiunto solo grazie alla forza dell'amore per un figlio”

In seguito Pamela passa ad un altro genere ed è qui che nasce “Finalmente insieme” dove l’autrice, sempre in chiave surreale, affronta un argomento duro: la morte di un figlio. “Spinta dall'infinito amore per mio figlio, dall'esperienza di un caro amico che aveva perso il suo bambino a causa di una grave malattia e ultima ma non ultimo, dal volontariato presso le case famiglia Peter Pan del Bambin Gesù – afferma la scrittrice - mi sono sentita quasi costretta a parlare, sempre in chiave surreale, di questo argomento”. 

A giorni uscirà il terzo libro di Pamela Mancini, "Senza aria", dove, anche qui in chiave surreale, l’autrice racconta la vita dopo la morte, i sentimenti, l'amore ma soprattutto propone una descrizione approfondita di sensazioni "corporee" uniche.

“Con questi tre libri ho raggiunto obiettivi importanti ma soprattutto ho capito che se vogliamo veramente qualcosa possiamo raggiungere cime altissime e vederli pubblicati è stato come il primo giorno di scuola di mio figlio...le mie creature erano pronte per spiccare il volo! - conclude la scrittrice - consiglio a chiunque ama scrivere di provarci sempre, perché comunque vada è un esperienza unica e un piccolo ma importante successo personale”.

 

Monica Arigoni

05/07/2014