Home » Basso Viterbese » Civita Castellana »

Civita Castellana, standing ovation per il primo Gran Galà pianistico dell'Associazione Schola Cantorum

Si è concluso nel migliore dei modi il 1° Gran Galà pianistico organizzato dall’Associazione Culturale Schola Cantorum Madonna del Rosario di Acri in collaborazione con il comune di Civita Castellana presso l’incantevole cornice del Casale delle Piagge.

Civita Castellana, standing ovation per il primo Gran Galà pianistico dell'Associazione Schola Cantorum
Si è concluso nel migliore dei modi il 1° Gran Galà pianistico organizzato dall’Associazione Culturale Schola Cantorum Madonna del Rosario di Acri in collaborazione con il comune di Civita Castellana presso l’incantevole cornice del Casale delle Piagge.
 
Una standing ovation per i sette pianisti: Andrea e Leonardo Pellegrini, Roberto Moretti, Giulia Venanzi, M°Alfonsina Geraci, Francesco Cola e Giorgia Melone, che si sono alternati su di un Gran Coda Yamaha e hanno incantato il pubblico con musiche di Bach, Chopin, Beethoven, Liszt e Rachmaninov. Tutti i pianisti  sono iscritti alla masterclass annuale dei maestri Giuseppe Fusaro e Clarissa De Rosa Arcuri, che con nel corso di questi mesi, con  grande preparazione, professionalità e passione hanno preparato tutti gli allievi. Il corso, fortemente voluto dall’assessore alla cultura del comune di Civita Castellana Vanessa Losurdo, è stato inserito nella stagione di cultura “Civitonica 2018” è iniziato a gennaio, con cadenza mensile e si è svolto presso l’Auditorium del M.I.C.E. 
“La musica unisce e non divide, non è competizione e questi ragazzi ne sono i diretti testimoni”, questo hanno dichiarato i maestri a fine evento.  
 
Il galà si è concluso con un luculliano buffet allestito da DolceAmaro. Ci auguriamo che l’evento possa presto ripetersi.
 
 Si ringraziano il responsabile del settore musica di CiviTONICA Andrea Marchegiani, le Ceramiche Morbidelli, Giada Costruzioni, Still-house arredamenti, Ceramiche Flaminia, Pantano s.r.l, Xion s.r.l., mentre per le foto si ringrazia il fotografo professionista Mauro Topini.

03/08/2018