Home » Basso Viterbese » Civita Castellana »

Civita Castellana, scuola materna Collodi: primo impianto fotovoltaico in funzione

Civita Castellana ha il primo impianto fotovoltaico pubblico. Con l'allaccio alla rete Enel è entrato ufficialmente in funzione, infatti, l'impianto fotovoltaico della scuola materna "Collodi" della potenza di 20 KW, il primo vero impianto pubblico del Comune di Civita Castellana dopo quello sperimentale del "Sole a Scuola": una pensilina presso la media Dante Alighieri della potenza di 1,38 KW.

Civita Castellana, scuola materna Collodi: primo impianto fotovoltaico in funzione

Il fotovoltaico della Collodi fa parte di un progetto che coinvolge ulteriori due scuole: elementare “Gianni Rodari” e media “Dante Alighieri”. Anche su questi edifici i lavori sono in fase di completamento.

Gli impianti sono stati finanziati con fondi del POR FESR Lazio 2007/2013 e finalizzati all'attivazione di un “programma di interventi” nel campo delle energie rinnovabili, con caratteristiche di omogeneità nella realizzazione e accomunati dalla finalità di migliorare l’ efficienza energetica degli edifici scolastici.

 “Passiamo dalle parole ai fatti- ha dichiarato il sindaco, Gianluca Angelelli - Finalmente anche Civita ha il primo impianto fotovoltaico su un edificio pubblico. Ne seguiranno altri già realizzati e in procinto di attivazione sulla Rodari e sulla Dante Alighieri. In questo modo i cittadini non pagheranno più l’energia elettrica utilizzata dai nostri bambini nelle scuole. La scelta degli edifici scolastici ha anche un forte valore simbolico per il rispetto dell’ambiente nelle nuove generazioni”.

 La soluzione scelta, segue due principi fondamentali: il primo è quello di non operare stravolgimenti architettonici prospettici dell’immobile; mentre il secondo opera una drastica soluzione di nuova copertura, in questo caso anche fotovoltaica, che vada a coprire e proteggere definitivamente il solaio.

Il bando pubblico ha previsto un cofinanziamento pari all’ 80% da parte di Sviluppo Lazio mentre l’amministrazione comunale ha coperto il 20% residuo. Il progetto esecutivo è stato approvato ad ottobre 2012 ed appaltato a novembre 2012 alla Ingegneria Solare srl di Fabrica di Roma con un ribasso del 15%.

 “In questo modo abbiamo risolto il problema dell'isolamento termico e dell'impermeabilizzazione del tetto della Collodi - ha spiegato l’assessore ai Lavori Pubblici e all’Urbanistica, Gianluca Cerri - contemporaneamente generiamo un notevole risparmio economico per le casse comunali, con la produzione di energia elettrica, riducendo le emissioni in atmosfera di anidride carbonica”.

 

 

25/06/2013