Home » Basso Viterbese » Civita Castellana »

Civita Castellana, presentazione del Cratere dell'Aurora: quando la cultura fa i numeri

Un’inaugurazione del “Cratere dell’Aurora” premiata dall’enorme affluenza di visitatori. Questo inestimabile pezzo ha evidentemente un richiamo incredibile, al punto che non è stato possibile a tutti gli intervenuti di presenziare all’interno della sala conferenze del forte Sangallo. 

Civita Castellana, presentazione del Cratere dell'Aurora: quando la cultura fa i numeri

Non si tratta di risultati così scontati come si potrebbe essere portati a pensare: la cultura non riesce sempre a fare grandi numeri. Un risultato raggiunto grazie alla sinergia ormai conclamata, tra la Soprintendenza per i beni Archeologici dell’Etruria Meridionale, rappresentate per l’occasione dalla stessa Soprintendente  Dott.ssa Alfonsina Russo e dalla Dott.ssa Maria Anna De Lucia, e la nostra amministrazione, nelle figure del Sindaco Gianluca Angelelli e dell’Assessore alla cultura Giancarlo Contessa.

E proprio a quest’ultimo che si deve l’ideazione di CiviTONICA la manifestazione culturale che per il secondo anno di seguito è riuscita a riportare a “casa” due fra le opere più rilevanti, ritrovate nel territorio Civitonico: lo scorso anno con l’esposizione dell’Apollo e quest’anno con il Cratere dell’Aurora.  Suggestivo l’allestimento dell’esposizione, a cura di due giovanissimi: Alessandra Contessa e Leonardo Presciutti. 

L’originale del cratere rimarrà esposto fino al 10 ottobre dopodiché sarà sostituito dalla mirabile copia di Vincenzo Dobboloni in arte Mastro Cencio. La mostra è aperta al pubblico tutti i giorni dal martedì alla domenica negli orari del museo. Per le scuole è necessaria la prenotazione. 

22/09/2014