Home » Basso Viterbese » Civita Castellana »

Civita Castellana, ospedale Andosilla: il sindaco di Magliano Sabina scrive a Zingaretti contro la chiusura del reparto di Terapia Sub-Intensiva

"Chiami Macchitella e gli dica di non rifugiarsi dietro il famigerato decreto 80 dell'altrettanto famigerata Polverini".

Civita Castellana, ospedale Andosilla: il sindaco di Magliano Sabina scrive a Zingaretti contro la chiusura del reparto di Terapia Sub-Intensivarto

Caro Presidente,

sono Alfredo Graziani il sindaco di Magliano Sabina, un piccolo comune della sua Regione che ha ancora aperta la ferita della riconversione dell'ospedale Marzio Marini.
Le scrivo per raccontarle un fatto accaduto ieri sera ad un mio familiare. Mia suocera  ha avuto due fortune: una quella di avere un medico come genero, e l'altra di essere stata soccorsa in brevissimo tempo nel pronto soccorso di Civita Castellana ,che attraverso il Reparto di Terapia Sub-Intensiva le ha salvato la vita.

Passati quei minuti di concitazione ho riflettuto sul futuro dei pazienti, sia del bacino di Civita Castellana che quelli della Sabina. 

In una lettera da lei inviatami, parlava  della integrazione fra la struttura di Magliano (Casa della Salute) e l'ospedale Andosilla di Civita Castellana. Questo al fine di creare una struttura fra l'ospedale di Viterbo e  quello di Rieti,che proprio per la collocazione geografica potrebbe  dare le giuste garanzie sanitarie e possibilità agli abitanti di questi luoghi. 

Le confesso che provo un certo imbarazzo a scriverle solo dopo una esperienza personale andata a buon fine.Andata così,  grazie a Dio  e soprattutto al personale del reparto in questione .A volte ci accorgiamo delle cose soltanto quando ci toccano da vicino, per questo le scrivo e le chiedo di fare qualcosa per salvare il reparto di Sub-Intensiva dell'ospedale di Civita Castellana. Chiami Macchitella e gli dica di non rifugiarsi dietro il famigerato decreto 80 dell'altrettanto famigerata Polverini.

Ho sempre sostenuto che se al suo posto ci fosse stato lei diversa sarebbe stata la sorte del nostro ospedale Marzio Marini.

Lo rasicuri che quel decreto può e sarà  rivisto nell'interesse degli abitanti e che è sua intenzione assicurare le stesse possibilità di cura e sopravvivenza ai nostri concittadini.

 

Il sindaco di Magliano Sabina

Alfredo Graziani

03/11/2014