Home » Basso Viterbese » Civita Castellana »

Civita Castellana, lettera di una mamma: aumento della retta del nido mal comunicata e trattata con superficialità dagli uffici.

Ci è arrivata in redazione la lettera di una mamma, la cui figlia frequenta l'asilo nido comunale, che si lamenta della scarsa comunicazione e della superficialità degli uffici comunali preposti, riguardo all'aumento della retta mensile dell'istituto.

Civita Castellana, lettera di una mamma: aumento della retta del nido mal comunicata e trattata con superficialità dagli uffici.

Superficialià, mancanza di professionalità e di rispetto: è questo quella che lamenta una mamma,la cui figlia frequenta l'asilo nido di Civita Castellana, riguardo alla comunicazione e alle gestione dell'aumento della retta dell'istituto da parte degli uffici comunali preposti.

La mamma, ci ha inviato una lettera in redazione, nella quale ci spiega cosa le è accaduto e che riportiamo integralmente qui di seguito:

"Il 4 maggio ho mandato mio suocero a prendere i buoni pasto per l'asilo nido. L'impiegata dice a mio suocero che per il mese di maggio avrei dovuto pagare 10 euro più del dovuto e  50 euro di arretrati.

Mio suocero chiede il perché di questi aumenti e la signora lo informa che a marzo quando è stato approvato il bilancio, hanno deciso di aumentare la retta dell'asilo nido: 20 euro per le fasce più alte e 10 per quelle più basse.

Mio suocero le ha detto che doveva informare me e la risposta è stata: intanto informala a voce che poi mandiamo la comunicazione ufficiale, tanto non possono rifiutarsi perché in questi casi è prevista la retroattività quindi la richiesta degli arretrati è legittima.

Ovviamente la voce è girata e tutte le mamme sono state informate a voce,t in attesa di ricevere la comunicazione ufficiale.

L'8 maggio iniziano ad arrivare le mail, che purtroppo non ho potuto leggere: quello che vi era scritto in sostanza era ciò che era stato detto a voce.

A me questa mail non arriva, ma so benissimo che non arriverà mai perché è dallo scorso anno che chiedo alle impiegate di correggere il mio indirizzo e-mail, ma niente: rimango in attesa e il 9 maggio mando una mail a più indirizzi facendo presente che avevo chiesto di modificare il mio indirizzo, nello stesso tempo avevo lasciato quello del mio lavoro e quello di mio marito, ma niente nessuno aveva preso in considerazione la cosa. 

Nella mail ho chiesto quindi di rimandarmi la comunicazione a tutti gli indirizzi mail che avevo mandato, magari tra tanti almeno uno sapevano scriverlo(  tra l'altro hanno anche 2 o 3 numeri di telefono per contattarmi.) finchè il  10 maggio mi risponde una responsabile scusandosi e scrivendo:

Preso atto che, ora, il corretto recapito delle e-mail dei genitori dei minori ospiti del nido è stato acquisito in “rubrica” ritengo superfluo dover trasmettere comunicazioni d’ufficio a più di una casella di posta elettronica per la stessa persona.

Pertanto le comunico che sarà mia cura verificare personalmente la trasmissione delle comunicazioni agli interessati.

Benissimo penso. Si è scusata, ha detto che controllerà, quindi seguirà una mail con questa comunicazione...pensavo! Ma niente!!

Mi armo di pazienza, aspetto e l'11 maggio faccio presente alla signora che non ho ancora ricevuto nulla, ma nessuna risposta. Nessuno mi ha più scritto né  chiamato.

Ancora oggi sto aspettando di avere un documento che mi dica che devo pagare 60 euro in più e perché.  Infatti non ho ancora pagato....prima o poi dovranno chiamarmi, no?

Questo a mio avviso rappresenta: superficialità, mancanza di professionalità e mancanza di rispetto."

Questo è lo sfogo che la mamma ci ha inviato in redazione.

Massaini Giorgio

18/05/2017