Home » Basso Viterbese » Civita Castellana »

Civita Castellana, dall'8 al 16 dicembre torna il Distretto Festival

- Riceviamo e pubblichiamo - 

Civita Castellana, dall'8 al 16 dicembre torna il Distretto Festival

distretto/festival

quest’anno abbiamo deciso di concentrare tutto in poco tempo, per respirare quasi l’aria allegra di un festival. distretto, come la nostra officina culturale , come il nostro territorio, ma quantifichiamo. 3 SPETTACOLI: con UN APPENDICE A gennaio, 1 INCONTRO PUBBLICO, 2 LABORATORI, 1 video prodotto, 400 RAGAZZI COINVOLTI . I LUOGHI, importanti, significativi: UN CENTRO ANZIANI ED UN CENTRO COMMERCIALE. le parole d’ordine inclusione, esclusione, incontro, scontro, dicotomie che raccontano il presente, luoghi di indagine e di narrazione di UNA CITTA’ CHE CAMBIA E CHE SI TRASFORMA. ringrazio tutti quelli che ci hanno supportato a partire dalla regione lazio e dal comune di civita castellana, da civitonica che ci sostiene nella creazione di progettualita’mcomplesse, dall’istituto midossi con cui abbiamo creato il progetto din formazione ma soprattutto dai ragazzi delle scuole e del centro diurno,dagli insegnanti e dai collaboratori di civitonica, da tutti quelli che stanno dietro a questi progetti che sono tanti, che si occupano di organizzazione, di comunicazione , di logistica perche’ a volte ci si dimentica che il teatro e la cultura sono un mestiere


 


 


 

8 dicembre

CENTRO SOCIALE ANZIANI PIAZZA MATTEOTTI

ore 17,00 TEATRO

GOBBO A MATTONI

Di e con Riccardo Goretti

Soliloquio a 2 voci per cinquant'anni di cultura popolare

CON

Riccardo Goretti e Massimo Bonechi

VINCITORE BANDO INVENTARIA FESTIVAL

 

Goretti, detto in paese “Sindachino”, è fermo al suo tavolo da briscola, al circolino, ad aspettare i suoi compagni di sempre: “Krusciovve”, il suo compare storico, due volte sindaco del paese passato da PCI a PDS a DS a PD a NONVOTANTE. “Dumenuti”, che da ragazzo faceva l’attore nel teatro e da vecchio s’è rovinato col videopoker. “La Madonnina”, Marigia Martinelli, che pare una madonnina in effetti, ma bestemmia come un camionista. Ma stasera nella sala delle carte non viene nessuno. Perchè domani il circolino, dopo 50 anni esatti d’onorata carriera, chiuderà per sempre. Ma Il Sindachino non s’arrende. E aspetta. Facendo un solitario.

 

Riccardo Goretti, è autore e attore di teatro Ha lavorato/collaborato con (tra gli altri): Silvio Orlando / Cardellino, Lorenzo “Colapesce” Urciullo,  Lucia Calamaro, Massimo Bonechi e Arci Toscana The Avengers (Masella/Scalzi/Aiazzi), T.P.O., Teatrino dei Fondi/Titivillus, Kilowatt Festival, Teatro Metastasio Stabile della Toscana, Fonderia CultArt, Il Maniscalco Maldestro, John Snellinberg Film, Gli Omini (membro fondatore), Massimiliano Civica, TSU Stabile dell’Umbria, Festival Romaeuropa, VolterraTeatro, Armunia, L’Arboreto di Mondaino

 

Venerdì 14

A partire dalle 10,30

SPAZI Mi.Ce. Civita Castellana

INCONTRO SU TEATRO ED ADOLESCENZA

 

Chi sono gli adolescenti,, adulti o ragazzini? E perchè portarli a teatro o peggio ancora fargli fare teatro?

Di questo ed altri temi si discuterà per tutta la mattinata con opeartori artisti insegnanti

Interverranno Stefania Marrone (bottega degli apocrifi di Manfredonia)

Isabella di Cola (circuito distributivo regionale ATCL)

Sergio Lo Gatto (teatro e critica)

Andrea Paolucci (teatro dell’argine)

Tiziano Panici (DOMINIO PUBBLICO)

Simone Amendola (regista ed autore direttore blue desk)

Clara Sancricca (regista)

Insegnanti ed alunni istituto Midossi

Ed altri ospiti


 

Ore 17,00

GLI SPOSI romanian tragedy

Lezione-spettacolo

testo David Lescot
regia e interpretazione e riduzione Elvira Frosini e Daniele Timpano
produzione PAV con il sostegno di Institut français Italia, Nuovi Mecenati - Fondazione franco-italiana. Sostegno alla creazione contemporanea, Armunia, Spazio ZUT!, Teatro di Roma, Asti teatro

Daniele Timpano ed Elvira Frosini portano in scena con il loro sguardo grottesco e surreale il testo di david Lescaut Gli sposi - romanian tragedy, la storia reale di un'ordinaria coppia di potere, Nicolae Ceausescu ed Elena Petrescu, che hanno governato la Romania per oltre vent'anni. Due novelli coniugi Machbet, una storia d’amore e politica che ha segnato la Storia contemporanea.

Elvira Frosini e Daniele Timpano, sono autori, registi e attori della scena contemporanea italiana che dal 2008 condividono un comune percorso artistico. I loro lavori sono stati rappresentati tra gli altri a Romaeuropa Festival, Teatro Argentina di Roma, Teatro Elfo Puccini, Teatro della Tosse, Festival delle Colline Torinesi, Teatro Bellini di Napoli, Teatro Biondo di Palermo, Teatro India di Roma, Festival Short Theatre Roma, "Face à Face" / Theatre de la Ville Parigi, Place à l'Art Performance e La Nuit Blanche di Parigi

 

 

 

 

15 DICEMBRE

 

A partire dalla ORE 17,30

SPAZI Mi.Ce. Civita Castellana

 

“ANCHE SE GLI ALTRI DICONO DI NO PER INVIDIA MA QUANTO SO FICO !”

PERFORMANCE TEATRALE IN COLLABORAZIONE CON IL CENTRO DIURNO ROSA FREZZA MERLINI e ALLIEVI ISTITUTO MIDOSSI CIVITA CASTELLANA

In anteprima proiezione del video Brutti! con la regia di S. Fiori

Abbiamo mescolato due percorsi, quello dei ragazzi del liceo artistico Midossi di Civita Castellana e quello del centro diurno Rosa Frezza Merlini . due percorsi distinti , uno stesso identico tema si incontrano per una sera attraverso una performance che tratta il tema dell’identità

Il percorso è il risultato di un laboratorio partito lo scorso anno sempre all’interno di civitonica. Quest’anno i ragazzi si confronteranno con un percorso che parte dal teatro e che indaga il tema dell’identità. Come mi vedo io? Come mi vedono gli altri? Come vorrei che mi vedessero gli altri? Da queste domande si sviluppa la nostra performance. Che sono in fondo le stesse domande che troviamo nel Brutto anatroccolo


 

 

16 dicembre

Ore 17,00

SPETTACOLO

Fiabe da tavolo

Con Fabrizio Pallara

 

dai 4 anni e adulti

di e con Fabrizio Pallara
produzione teatrodelleapparizioni

 

"Io credo questo: le fiabe sono vere. […] sono il catalogo dei destini che possono darsi a un uomo e a una donna" I. Calvino

Dentro ai libri, sulle bocche di chi le racconta, lette, immaginate, sognate, le fiabe nascono e poi si mettono in viaggio correndo nelle parole, e durante il viaggio cambiano, crescono, si trasformano. Solo un tavolo che è una casa, un bosco, un lago, una montagna, la piccola scena di ogni narrazione; e come in un gioco, nei giorni di pioggia e di freddo, tutti intorno per stare ad ascoltare con lo stupore dell’infanzia, cominciando insieme a diventare adulti.

Fabrizio Pallara, i forma attraverso quella che definisce un’accademia mobile. Partecipa al corso di perfezionamento di direzione d’attore con Jordi Fabrecas e illuminazione scenica con Frances Rodellas, presso l’Istituto del Teatro di Barcellona e al corso di costruzione e manipolazione di marionette con Monica Pez, presso l’accademia Titere Arte di Barcellona.  Nel 1999 fonda la compagnia teatrodelleapparizioni, da quel momento realizza molti spettacoli con il sostegno di teatri a livello nazionale o progetti produttivi. Negli anni sviluppa una ricerca intorno alle nuove generazioni, curando oltre alla regia delle produzioni, numerose attività laboratoriali indirizzate ai ragazzi, agli adulti e ai docenti e la progettazione di allestimenti, eventi e playground


 

04/12/2018