Home » Basso Viterbese » Civita Castellana »

I fatti più importanti della settimana

Uno sguardo agli eventi rilevanti degli ultimi sette giorni.

 I fatti più importanti della settimana

CIVITA CASTELLANA, IL CALCIO RIPARTE CON IL RIPESCAGGIO IN PRIMA CATEGORIA DELLA JFC CIVITA CASTELLANA - Entusiasmo a mille per il presidente Enzo Tribolati a seguito del ripescaggio da parte della Figc regionale della JFC Civita Castellana in prima categoria. “Si è realizzato il primo obiettivo della stagione – ha detto il presidente Enzo Tribolati – il prossimo è quello di tenere alto il nome della nostra città. Giocheremo con una squadra composta da quasi tutti elementi locali, che sono in grado di rappresentare nel migliore dei modi il calcio civitonico, anche al Madami in attesa di perfezionare il manto erboso del Casciani- Baccanari. Abbiamo in mente di fare una grande festa coinvolgendo tutti i calciatori civitonici in occasione delle feste patronali”. La squadra sarà allenata da Fabrizio Santini e il tecnico in seconda è Maurizio Pallozzi. Una seconda soddisfazione è arrivata anche per il settore giovanile. La JFC parteciperà infatti al campionato regionale Giovanissimi fascia B.

CIVITA CASTELLANA, IL SINDACO ANGELELLI SPIEGA I MOTIVI PER CUI E' STATO TOLTO IL MADAMI ALLA FLAMINIA CALCIO - Dicharazione del sindaco Gianluca Angelelli: Nel 2015 l’amministrazione comunale ha indetto un bando pubblico per la gestione del campo sportivo Madami. Il predetto bando prevedeva oneri a carico del concessionario tra cui la realizzazione di un campo in erba sintetica ed altre opere. Il comune, da parte sua, concedeva la gestione del campo per 15 anni e un contributo annuale di circa 25 mila euro. La Asd Flaminia risultò aggiudicataria della gara indetta e alla stessa fu affidata la gestione del campo sportivo. A distanza di oltre due anni l’Asd Flaminia è risultata inadempiente a tutti gli impegni previsti dalla convenzione e pertanto, inevitabilmente, il comune non ha potuto far altro che prendere atto di tale inadempimento, il quale, come previsto dal contratto, comportava lo scioglimento della convenzione stessa. Questo è il motivo per il quale non si è potuto firmare il nulla osta per l’iscrizione al campionato di calcio nel quale si dichiarava che la Flaminia aveva disponibilità del campo, non essendo ciò più veritiero”.

CALDO RECORD, COLDIRETTI: ALLARME A VITERBO E RIETI. ANIMALI A RISCHIO STERMINIO - Caldo killer negli allevamenti di Rieti e Viterbo. Le temperature bollenti hanno causato lo scorso fine settimana centinaia di decessi. Galline e polli stramazzati a terra, uccisi dalla ondata di caldo che ha arroventato le stalle, i rifugi ed i pollai. Le perdite sono ingenti e solo gli interventi di emergenza degli allevatori hanno evitato che la violenta escursione termica – con la colonnina di mercurio costantemente sopra i 40 gradi – finisse per causare nelle due province uno sterminio di proporzioni bibliche. Per salvare la vita agli animali ci si è ingegnati per assicurare refrigerio con gli impianti irrigui e con tutte le risorse di acqua disponibili. Le vacche ricoverate nelle stalle sono state bagnate più volte al giorno, le aziende suinicole hanno installato sistemi di ventilazione supplementari, mentre negli allevamenti avicoli i tubi delle reti di irrigazione sono stati posizionati sui tetti dei capannoni per tenerli costantemente bagnati e mitigare il calore che si sviluppa al loro interno. “È stata una settimana infernale. Dall’una alle cinque del pomeriggio- dice Mauro Pacifici, presidente della Coldiretti di Viterbo- abbiamo corso come matti su e giù nei nostri allevamenti per salvare gli animali che, stremati dal caldo, si accasciavano a terra. Abbiamo avuto perdite pesanti, con elevati tassi di mortalità, so che qualche azienda è arrivata a contare fino a 500 capi morti”.

CASTEL SANT'ELIA, VIOLENTO INCENDIO IN PIENO CENTRO ABITATO - Un violento incendio boschivo ha colpito il centro abitato di Castel Sant'Elia: tutto è accaduto intorno alle 15 del 10 agosto quando una colonna di fumo e fiamme si è alzata in prossimità della caserma dei Carabinieri. In poco tempo le fiamme, alimentate dal vento, hanno raggiunto le vie circostanti, lambendo alcune abitazioni. In via precauzionale sono state fatte sgomberare alcune persone dai Vigili del Fuoco in via Saetta. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco di Civita Castellana e la Protezione Civile, che hanno domato le fiamme. L'incendio sembra essere di origine dolosa.

CIVITA CASTELLANA, PISCINA COMUNALE: PUBBLICATA LA GARA D'APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DEI LAVORI - Scade il 19 settembre il termine per partecipare alla gara d’appalto con cui il Comune di Civita Castellana affiderà i lavori di ristrutturazione della piscina comunale. Il primo stralcio, quello previsto dalla gara, prevede il rifacimento della cupola a copertura dell’impianto natatorio.Il sindaco di Civita Castellana, Gianluca Angelelli, è intervenuto a seguito della pubblicazione della gara: “Finalmente, dopo diversi anni, arriva una notizia tanto attesa, vale a dire la pubblicazione del bando di gara che riguarda il primo stralcio dei lavori per la piscina comunale. Con il primo stralcio si provvederà a mettere in sicurezza la copertura. Finalmente parte una delle opere più importanti degli ultimi anni. Sicuramente una delle più attese da tutti i cittadini.Questo è solo il primo stralcio dei tre previsti - spiega il Sindaco - che sono stati tutti finanziati dalla Cassa Depositi e Prestiti. In merito a questo ultimo punto vorrei portare l’attenzione sul fatto che il finanziamento dei lavori di ristrutturazione è stato possibile solo grazie al voto della maggioranza. In questi anni infatti la minoranza si è spesso fatta paladina della piscina comunale, ma poi, nei fatti, ha votato contro il finanziamento dei lavori. La piscina comunale dunque ci sarà ancora, ma solo grazie agli sforzi di questa maggioranza che l’ha voluta fortemente. Quello di oggi è il primo passo che ci porterà al completamento della piscina e alla sua riapertura”.

ORTE, RISSA CON BASTONI E CATENE DI FERRO: TRE ARRESTI - Nella mattinata del 9 agosto i militari della stazione di Orte, nel corso di un predisposto servizio di controllo del territorio, disposto dal Comando Compagnia di Civita Castellana, traevano in arresto tre soggetti stranieri per rissa. I carabinieri, nell’espletamento del servizio esterno, transitando in quel Corso Garibaldi di Orte Scalo, notavano tre soggetti di nazionalità straniera che erano intenti a picchiarsi, usando anche un bastone ed una catena in ferro. Immediatamente intervenuti i militari riuscivano a bloccare la contesa, appurando che l’accesa lite era dovuta a futili motivi, riconducibili a vecchi dissapori. I malcapitati, dopo essere stati soccorsi da personale del 118, venivano medicati presso il P.S. del nosocomio “Andosilla” di Civita Castellana (VT), ove i medici riscontravano molteplici abrasioni e contusioni. Le armi bianche, sono state sequestrate e debitamente custodite in attesa di essere versate presso l’ufficio corpi di reato. I tre soggetti tratti in arresto per il reato di rissa, dopo le formalità di rito, due venivano tradotti presso la propria abitazione in regime detentivo domiciliare, mentre il terzo è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Stazione CC di Orte, in attesa del rito direttissimo, come disposto dall’A.G., che nella mattinata odierna ha convalidato l’arresto.

13/08/2017