Home » Nazionale »

Dall'Italia/M5S, verifiche sui rimborsi dei deputati: buco di un milione

Sono in corso, a quanto apprende l'agenzia Ansa, le verifiche dei vertici M5S sulle restituzioni volontarie fatte sul conto del microcredito. Dai primi riscontri si evince che non solo i parlamentari, ma anche alcuni consiglieri ed europarlamentari versano i rimborsi sul conto e, dai calcoli fatti, i vertici sottolineano che «mancano più soldi di quanto affermato dalla stampa».Mancherebbe all'appello oltre un milione di euro.

Dall'Italia/M5S, verifiche sui rimborsi dei deputati: buco di un milione

I vertici del M5S hanno chiesto in via ufficiale al Mef l'accesso agli atti per avere l'elenco dei portavoce che hanno effettuato i versamenti con il totale dell'importo versato nei 5 anni da ognuno di loro. Per coloro per i quali i controlli non risulteranno congrui con quanto affermato sul sito tirendiconto.it si prospettano le stesse, severe, misure, adottate per i due parlamentari Andrea Cecconi e Carlo Martelli, «pizzicati» dal servizio delle Iene andato in onda sul web ieri sera. «Abbiamo verificato - confermano all'Adnkronos dai vertici M5S - che sul fondo arrivavano bonifici non solo di deputati e senatori, ma anche di parlamentari uscenti e dei gruppi M5S di alcune Regioni. Pubblicheremo in chiaro tutti i dati e chi non ha versato verrà espulso».

Fonte Ansa

13/02/2018 |